Lunedì, 10 Dicembre, 2018
Home Sport praticati PARACADUTISMO SPORTIVO

PARACADUTISMO SPORTIVO

Dall'idea di Leonardo Da Vinci che pensò ad un cono rovesciato in grado di rallentare la caduta di un corpo immerso nel fluido, sul finire della prima guerra mondiale compaiono i primi paracadutisti militari. La prima scuola di paracadutismo militare nasce in Libia a metà degli anni trenta, da allora le attrezzature e il paracadutismo, passando da Leo Valentin e Kenneth F. Coleman jr fino ad arrivare a Olav Zipser e a Patrick De Gayardon, hanno avuto un'evoluzione incredibile. Gli standard di sicurezza che si sono raggiunti oggi, grazie alla tecnologia elevatissima delle attrezzature, rendono questa disciplina molto sicura.

 

leonardo paracadutismo

 

Il paracadutismo sportivo è classificato come sport di destrezza, i requisiti per praticare questa attività sono: ottima salute, che dovrà essere accertata da un medico sportivo mediante rilascio di un certificato di idoneità al paracadutismo sportivo, un buon autocontrollo e una buona coordinazione. Il paracadutismo è uno sport che può essere praticato da tutti ed è una disciplina molto sicura a patto di aver grande rispetto per le norme di sicurezza. Il rispetto per queste norme renderà il volo un'esperienza meravigliosa e indimenticabile che durerà fin quando ve ne resterà il desiderio e cioè per sempre. Aprite la vostra mente e provate questo magnifico sport che sarà in grado di coinvolgervi totalmente e vi lascerà sensazioni indescrivibili che resteranno per sempre incise nella vostra mente e nei vostri cuori. Ricordatevi che i polli non sanno, e mai potranno sapere,cosa pensano le aquile!

 

Già da quando ero bambino VOLARE è sempre stato il mio più grande desiderio, e numerosi erano i sogni, sia ad occhi chiusi che ad occhi aperti, che mi vedevano libero nel cielo al di sopra delle nuvole,in quegli istanti pensavo: "STO VOLANDO, STO VOLANDO, allora è possibile", ma irrimediabilmente al mio risveglio scoprivo che era stato solo un sogno. Con gli anni questo mio fortissimo desiderio anziché attenuarsi continuava a crescere, aumentava in me,in modo sempre più irrefrenabile, il desiderio di VOLARE libero e spensierato come un aquila nel cielo azzurro. Iniziai ad appassionarmi al paracadutismo da piccolo vedendo in tv gli spettacolari lanci di Patrick de Gayardon entrato a far parte del team della SECTOR NO LIMITS. Ricordo come fosse ieri le immagini del suo lancio da un elicottero nel Sòtano de Las Golondrinas, un'enorme canyon naturale che si trova in Messico.Fu circa sei sette anni fa che ebbi il primo contatto più diretto con il paracadutismo, infatti uno dei due istruttori di MUAY THAI,  e anche uno degli allievi, facevano da anni paracadutismo, grazie a loro conobbi la scuola di Pontecagnano.

 

Ho effettuato il corso teorico con Franco Feltrin, persona stupenda incredibilmente semplice e disponibile nonostante il suo nome e la sua esperienza, ha in attivo più di 12000 lanci, solo sentirlo parlare mi fece provare grande emozione e mi fece capire che sarei diventato un paracadutista. Una delle prime cose che mi disse: "diventare paracadutista non è difficile, ma non è neanche naturale, dato che il tuo corpo dovrà muoversi in un ambiente sconosciuto, ma è anche vero che le nostre capacità di apprendimento sono sconvolgenti, e con la giusta guida, riuscirai a imparare degli automatismi e a fare delle cose prima inimmaginabili". Dopo diverse lezioni teoriche sabato 7 giugno iniziai, sempre sotto la sua guida, la parte pratica,presso la scuola di paracadutismo di Salerno, la skydivesalerno. Ho terminato gli ultimi due livelli del corso il sabato successivo con Antonio Guzzo,un altro istruttore, Franco era purtroppo dovuto tornare nelle Marche, ma quello che mi aveva detto durante il corso teorico si era avverato, stavo facendo cose che fino e pochi giorni prima neanche avrei immaginato. Il giorno dopo, domenica, subito dopo la promozione al corso ho fatto il mio primo lancio da solo.

 

E' impossibile descrivere a parole le sensazioni che si provano in volo. Pensate alla sensazione,all'eccitazione,alla passione più bella,più forte,più travolgente che voi abbiate mai provato,moltiplicatela all'infinito, portatela negli abissi dell'eternità e vedrete appena uno spiraglio di quello di cui vi sto parlando. Mi preparo all'imbarco per il mio primo lancio da solo, salgo con gli altri paracadutisti.In sottofondo il rombo dell'aereo, vedo il volto rilassato di Alessandro, io invece sono un po teso ma, paradossalmente, meno delle altre volte anche se è il mio primo lancio da solo. L'aereo sale fino a 4500 metri.La porta si apre iniziano a lanciarsi,ora è il mio turno esco dall'aereo ed entro nel cielo!

 

Uscita dall'aereo

 

Subito sono avvolto dal flusso relativo,la tensione è ormai sparita lasciando spazio ad una sensazione indescrivibile, do un occhio alla quota e poi mi guardo intorno,vedo il mare alla mia destra, le montagne alla mia sinistra,le nuvole,l'orizzonte curvo,tutto da qua su è stupendo,limpido, incantato.Il mio corpo ora è rilassato dall'abbraccio dell'atmosfera,in totale armonia con il flusso,danzo nel cielo e penso:"Sono solo e sto VOLANDO! SI ,SI STO VOLANDO! E questa volta non è un sogno!!!".

 

massimiliano lista in caduta libera

 

Faccio qualche capriola in avanti e in dietro,un occhiata alla quota poi un giro a 360° alla mia sinistra,poi ancora un altro giro a 360° a destra,una capriola indietro,ancora un'occhiata all'altimetro mi posiziono in delta mi sembra di essere un aquila in picchiata,ancora occhiata alla quota 1500 metri apro la vela.Veleggio dolcemente verso la superficie,attorno a me ora domina il silenzio mi concedo ancora uno sguardo al panorama,CHE SPETTACOLO!.Atterro dolcemente sul campo dell'aeroporto, raccolgo la vela e mi dirigo verso l'hangar della scuola guardando fisso verso il cielo e proprio in quest'istante mi torna in mente una frase di Leonardo da Vinci letta sul manuale di teoria consegnatomi all'inizio del corso A.F.F,la frase diceva:

 

"Una volta che avrete conosciuto il volo,camminerete sulla terra guardando il cielo,perché là siete stati e là desiderate tornare."

 

La domenica successiva sono tornato a Pontecagnano per saltare e Nuccio,uno degli istruttori della scuola,mi ha affettuosamente salutato chiedendomi come stavo e come avessi trascorso l'intera settimana.La mia risposta è stata eloquente:"Tutto bene Nuccio,ho passato l'intera settimana con i piedi per terra e la testa tra le nuvole!".

 

 

 

Io credo nel paracadutismo,

 

la mia anima si dissolve nell'aria,

 

i miei pensieri si liberano nell'Infinito.

 

Io godo degli spazi sconfinati,

 

dei dolcissimi abbracci delle nuvole,

 

ne gusto l'assoluta bellezza,

 

abbandonandomi

 

alla perfezione dell'atmosfera

 

Io volo

 

come i sogni degli uomini

 

e viaggio

 

più veloce dei desideri.

 

Io ringrazio

 

Chi mi ha concesso il cielo,

 

Chi mi ha anticipato il Paradiso

 

Quando i miei occhi

 

non riescono più a contenere

 

tutta la Terra

 

nel suo splendore

 

esplode più

 

devastante e luminosa di un sole

 

la felicità

 

Io amo la vita.

 

 

 

V.A.

 

Contatti

Massimiliano Lista

Personal trainer a Napoli

(+39)   (+39) 320 3741065

info@massimilianolista.com   info@massimilianolista.com

powered by camp26